Il tuo browser non supporta JavaScript!

In nome del figlio

In nome del figlio
titolo In nome del figlio
sottotitolo Saveria Antiochia, una madre contro la mafia
autore
prefazione
argomenti Cronache e storia
Criminalità organizzata
Donne
Storie di vita
editore Melampo Editore
formato Libro
pubblicazione 2017
ISBN 9788898231836
 
16,00
 
Disponibilità immediata

Disponibile anche nel formato

In pillole

“Quando ti uccidono un figlio sparano anche su di te. A me avevano sparato col kalashnikov, quel giorno”
Il 6 agosto 1985 la mafia uccise a Palermo Roberto Antiochia, giovane poliziotto. Sua madre Saveria, nel nome del figlio, è rinata per dedicare ogni energia all'impegno antimafia e per far conoscere e diffondere i valori e gli ideali del suo ragazzo. Consegnò a «la Repubblica» una lettera implacabile indirizzata al ministro degli Interni: "Li avete abbandonati", provocando forti polemiche. Fu tra i fondatori del Circolo Società Civile di Milano, del Coordinamento antimafia di Palermo e di Libera. Nel 1990 venne eletta al Consiglio comunale di Palermo, ma la politica non era il suo mondo. Dal 1993 frequentò Sariano, un paesino del Polesine diventato quasi un'università popolare dell'antimafia per la caratura e la passione dei partecipanti ai dibattiti: magistrati, giornalisti, politici, semplici cittadini provenienti da tutta Italia. Con fatica fu presente a ogni udienza dei processi per l'uccisione di Roberto e Ninni Cassare e la sua testimonianza fu determinante. Non tollerava alcun cedimento dello Stato alla mafia, tanto meno l'ipotesi di una trattativa, ed era subito pronta a prendere la penna o il telefono per far sentire la sua voce fremente e la sua indignazione. Nelle scuole di tutto il Paese raccontò, senza lacrime, gli ideali di Roberto, la sua volontà di difendere i diritti dei più deboli, di lottare per una Italia libera e democratica, contrastando l'arroganza e la violenza mafiosa; e il silenzio con cui veniva ascoltata aveva qualcosa di magico.
 

Biografia dell'autore

Jole Garuti

Jole Garuti ha insegnato per molti anni, poi si è impegnata nel volontariato in varie associazioni. È stata presidente del Circolo Società Civile di Milano, poi referente per la Lombardia di Libera e oggi è nel Comitato dei garanti. È presidente di Stak-Associazione Andrea de Gasperi, in ricordo del figlio Andrea. Attualmente dirige il Centro studi “Saveria Antiochia Osservatorio antimafia” dove organizza eventi e percorsi didattici sui diritti umani e civili, su mafia e antimafia e sull'educazione alla legalità democratica.
Per queste attività ha ricevuto nel 2004 dal Comune di Milano l’Ambrogino e nel 2011 dalla Regione Lombardia la Medaglia d’oro. Ha pubblicato Mafia/mafie: che fare? (Franco Angeli, 1994), Il piacere della legalità (Libri Scheiwiller, 2001), oltre a numerosi articoli e saggi. Grande amica di Saveria Antiochia, ha partecipato con lei a manifestazioni
e iniziative in ogni parte d’Italia.

Eventi collegati a In nome del figlio

Masec, il 09.04.2019 alle ore 10.00, Piazza Falcone e Borsellino, Guidizzolo MN
Acri Tom, il 18.03.2019 alle ore 21.00, Piazza Tom Benetollo, 1, Mantova
Circolo Spazio Condiviso, il 17.03.2019 alle ore 18.00, Piazza Regazzoni, Calolziocorte (LC)
Istituto di Storia Contemporanea Pier Amato Perett, il 11.03.2019 alle ore 17.45, Via Brambilla 39, Como

Ti potrebbe interessare anche

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.