Il tuo browser non supporta JavaScript!

I boss di Chinatown

I boss di Chinatown
titolo I boss di Chinatown
sottotitolo La mafia cinese in Italia
autori ,
introduzione
collana Le storie
editore Melampo Editore
formato Libro
pagine 208
pubblicazione 2008
ISBN 9788889533239
 
14,00
 
Disponibilità immediata

in pillole

"Il Heung Chu, il Maestro di cerimonia, trancia di netto la testa a un gallo ancora vivo e raccoglie il sangue in una coppa. Aggiunge vino, cinabro, zucchero e agita lentamente il calice. Poi incide con una lama il dito dell'iniziato e mescola il sangue umano con il resto della mistura. Il novizio poggia le labbra sull'orlo della coppa e beve. Quindi solleva la pergamena che tiene in mano e legge: 'Se un membro della Società si troverà in difficoltà tutti accorreranno in suo aiuto. Se io romperò il giuramento, le spade cadranno e mi uccideranno'. La pergamena brucia nell'incenso, l'iniziato passo sotto un arco di daghe e recita le trentasei promesse di fedeltà e fratellanza. Il novizio assume il rango di sey kow jai, cioè di soldato dell'organizzazione. La triade è la sua nuova famiglia"
Ci sono le bande di adolescenti con i capelli colorati o le cinture rosse che si contendono i quartieri a colpi di coltello e di machete. Ci sono reti di trafficanti di uomini che, tra la Cina e l'Italia, lucrano sui viaggi dei clandestini, si rubano i "clienti", ricattano i familiari e cedono quote di business ad altri connazionali magari a loro volta immigrati da poco. Poi c'è la banca fantasma, il mercato parallelo dei farmaci, la clinica abusiva, la casa di appuntamenti e l'import-export fuori da ogni regola. Ma ci sono anche clan organizzati, con boss di rango che vedono aumentare di settimana in settimana il proprio potere e le loro ricchezze, stringono alleanze d'affari con le mafie italiane e cercano amicizie politiche. Ci sono anche i primi pentiti, che vivono nel terrore di ricevere un mazzo di gladioli rossi, minaccia di morte secondo un codice malavitoso che nasce nella notte dei tempi. Nel silenzio mediatico la mafia cinese sta gettando le sue basi anche nel nostro paese. Ecco, in un reportage che unisce il rigore della documentazione alla brillantezza dello stile, la prima inchiesta sistematica sul quel che accade tutti i giorni nel lato più nascosto delle Chinatown italiane.
 

Biografia degli autori

Giampiero Rossi

Giampiero Rossi, giornalista, interista per colpa di Boninsegna e dello scudetto del 1971. A soli otto anni incassa la prima cocente sconfitta da tifoso in occasione della finale di Coppa dei Campioni vinta dall'Ajax: forse è quella la vaccinazione che gli permette, ancora oggi, di non stracciarsi le vesti per tutte le delusioni che la sua squadra gli riserva con ossessiva regolarità. Per distogliere il pensiero dall'Inter si dedica a cose più amene: scrive su l'Unità, insieme a Mario Portanova e Franco Stefanoni ha pubblicato Mafia a Milano (Editori Riuniti. 1996) e con Simone Spina ha scritto Lo spaccone. L'incredibile storia di Umberto Bossi, il padrone della Lega (Editori Riuniti, 2004)

Simone Spina

Giornalista, lavora a Sky Tg24. Nel 2004 ha pubblicato Lo spaccone. La vera storia di Umberto Bossi, scritto insieme a Giampiero Rossi.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.