Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Il Viceré

in uscita
Il Viceré
Titolo Il Viceré
Sottotitolo Storia misteriosa di Vito Guarrasi, l’avvocato del potere
Autore
Prefazione
Collana Le storie, 54
Editore Zolfo Editore
Formato
libro Libro
Pagine 192
Pubblicazione 06/2024
ISBN 9788832206791
 
Prossima pubblicazione, disponibile dal 21-06-2024
18,00
 
 

Vito Guarrasi, professione avvocato. Poco noto ai più, ma al cospetto del quale si inchinavano quasi tutti. Perché Guarrasi era persona dai consigli indispensabili per chiunque volesse fare affari dalla Sicilia in su, dal secondo dopoguerra in poi. Un uomo pressoché “invisibile” alle cronache eppure capace di rimanere al centro dei passaggi decisivi che hanno segnato decenni di storia siciliana e italiana, e non solo, facendo del suo rapporto strettissimo con il potere un modo di vivere, fino a riuscire addirittura a incarnarlo, quel potere. Sempre nell’ombra.

Guarrasi e la sua vita diventano in queste pagi­ne il filo del racconto del Paese, permettendo a Francesco d’Ayala di ripercorrere e comprende­re alcuni degli snodi più oscuri e cruciali della nostra storia recente. Da ufficiale di complemen­to non ancora trentenne, infatti, fu Vito Guarrasi a essere inviato ad Algeri per trattare l’armisti­zio con gli Alleati. Ed è solo l’inizio della lunga “carriera” di chi poi diventerà un testimone de­filato – e tuttavia fondamentale – degli equilibri post-bellici dell’Italia.

Il suo nome compare poi sullo sfondo opaco delle vicende legate alla morte di Enrico Mattei, alla scomparsa del giornalista Mauro De Mauro, al fallito golpe Borghese; oppure nelle vicende che hanno accompagnato le parabole di Michele Sindona e Roberto Calvi, arrivando a sfiorare i rapporti tra la politica dominata da Giulio Andreotti e la mafia dei corleonesi. Eppure l’avvocato Guarrasi è sempre scivolato via come la sabbia tra le dita, senza bruciarsi. Mai un processo, mai una condanna. Inabissato. Fino all’uscita di questo libro.

 

Quarta di copertina

“Sopra il re c’è il viceré. Perché il re è lontano, niente o poco sa della vita dei sudditi delle sue province.
Il viceré invece è a breve distanza. Dai suoi appartamenti può sentire le voci dei siciliani,
il gorgoglio delle loro viscere affamate, il furore delle loro rivolte. 
Il re è distante e impotente, il viceré è vicino e potente. La presenza è potenza”.

Gaetano Savatteri

Biografia dell'autore

Giornalista, scrittore, lavora al Giornale Radio della Rai. Precedentemente, per molti anni, ha fatto parte della redazione cultura del TG3 nazionale. Ha realizzato numerosi speciali su politica estera e cultura e si occupa di temi inerenti la mafia e la criminalità organizzata.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.