Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Una vita tranquilla

in uscita
Una vita tranquilla
titolo Una vita tranquilla
sottotitolo Latitanza e cattura, verità e misteri di Matteo Messina Denaro
Autori ,
Collana Le storie, 50
Editore Zolfo Editore
Formato
libro Libro
Pagine 392
Pubblicazione 02/2024
ISBN 9788832206906
 
Prossima pubblicazione, disponibile dal 23-02-2024
19,00
 
 

Immaginate la scena: siamo nella casa più intercettata d’Italia. I carabinieri, di nascosto, cercano un posto sicuro per una nuova microspia. Cosa c’è di meglio, pensano, dell’interno della gamba di una sedia? Solo che quando levano il tappo, il piedino, insomma, trovano dentro un foglietto. Sono appunti che riassumono la cartella clinica di un uomo che sta molto male. E ha bisogno di cure importanti. Inizia così la fine di Matteo Messina Denaro.

Mentre la polizia sbuffa, i carabinieri del Ros rintracciano in un mese Andrea Bonafede, al secolo Matteo Messina Denaro. Un arresto clamoroso, dopo trent’anni di latitanza. Il boss che in passato aveva fatto della riservatezza un culto, dell’invisibilità una dote, della segretezza una religione, proprio lui si era affidato a soggetti conosciuti dalle forze dell’ordine e viveva a pochi chilometri da casa, tra donne gelose, supermercati, barbiere. E tra medici e pazienti si faceva notare per la sua cordialità.

Questo libro è una ricostruzione fedele dei fatti, pone domande, cerca risposte e racconta l’ultimo padrino di Cosa nostra, la sua vita tranquilla.

 

 

Quarta di copertina

«Mi sono trovato ancora una volta a Campobello e Castelvetrano, tra la mia gente,

a fare la spesa, o ad aspettare un biglietto da un’amica in piazza.

Oppure al mare dei miei tuffi da ragazzo, o ancora a vedere

la pietra grande e bianca spremere inesorabile le olive.

Mi sono rivisto come sempre, tranquillo, nascosto in bella vista.

E pensare che c’era chi mi riconosceva ogni tanto, tra la folla.

Mi guardava sorridendo»

Biografia degli autori

GIACOMO DI GIROLAMO

È direttore di Tp24, della radio Rmc 101 e collabora con i quotidiani «Domani» e «Linkiesta». Per i suoi reportage su criminalità organizzata e corruzione ha vinto nel 2014 il Premiolino e nel 2022 il Premio Paolo Borsellino. Per Zolfo ha scritto Matteo va alla guerra (2022). È autore anche di Gomito di Sicilia (Laterza, 2019) e per il Saggiatore di L’invisibile. Matteo Messina Denaro (ultima edizione, 2023), Contro l’antimafia (2016), Dormono sulla collina (2014), Cosa Grigia (2012).

 

NELLO TROCCHIA

È inviato di «Domani». Ha firmato lo scoop sul pestaggio nel carcere di Santa Maria Capua Vetere pubblicando i video delle violenze. Ha scritto per «il Fatto Quotidiano» e «l’Espresso». Ha lavorato in tv realizzando reportage sulle mafie. Tra i suoi ultimi libri: Casamonica (Utet, 2019), dal quale ha tratto un documentario per Nove, e Pestaggio di Stato (Laterza, 2022). Ha ricevuto il Premio Giancarlo Siani e quello dedicato a Paolo Borsellino.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.