Il tuo browser non supporta JavaScript!

“Storia terribile delle bambine di Marsala”, la presentazione del libro di Antonio Pagliaro

27.08.2020

Sabato 22 agosto presso la suggestiva location del Decumano massimo, sito all’interno del Parco Archeologico di Lilibeo-Marsala, si è tenuta la presentazione del nuovo libro di Antonio Pagliaro, Storia terribile delle bambine di Marsala.

L’evento, facente parte del cartellone organizzato in occasione del Festival del tramonto, l’annuale manifestazione che da cinque anni si ripete nel corso dell’estate marsalese, è stato introdotto dagli interventi dei giornalisti Giacomo Di Girolamo e Angelo Barraco, supportati dalle letture del giovane attore marsalese Stefano Parrinello.

La storia raccontata ad un pubblico nutrito e piuttosto coinvolto emotivamente è nota a tutti: nell’autunno del 1971 le prime pagine dei giornali parigini esclamano che nel profondo sud dell’Italia si è consumato il “delitto del secolo”.

A Marsala, nel breve tragitto fra scuola e casa, tre bambine di nove, sette e cinque anni scompaiono; si chiamano Antonella, Ninfa e Virginia e nei giorni successivi tremila uomini battono la provincia, poliziotti, carabinieri, militari, vigili e molti volontari. A coordinarli un giudice di alto profilo: Cesare Terranova.

Ma i corpi delle tre bimbe vengono ritrovati nelle campagne marsalesi privi di vita. Nel 1979 la Corte d’Assise di Messina riconosce colpevole del triplice omicidio lo zio di Antonella, Michele Vinci, nel frattempo diventato per i media il “mostro di Marsala”, e lo condanna alla pena di 29 anni.

Ma nessuno a Marsala crede che abbia agito da solo, deve esserci altro: la mafia stragista, una banda senza scrupoli, le droghe, le orge sataniche, un complotto dei poteri forti. Forse i potenti e gli impuniti non sono stati minimamente toccati dallo scandalo.

CLICCA QUI per leggere l'intero articolo di Davide Licari per TriLeggo Marsala

Storia terribile delle bambine di Marsala

il delitto che sconvolse l'Italia intera

di Antonio Pagliaro

editore: Zolfo Editore

pagine: 352

“Piccoli drappelli si sentono a una battuta di caccia. Vanno in giro con doppiette e pistole. I carabinieri sono impegnati nelle ricerche delle bambine, ma anche a segnalare al procuratore i possibili mostri della zona. I nomi dei mostri corrono poi veloci in città. Sono uomini che devono nascondersi”
18,00 17,10

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.