Il tuo browser non supporta JavaScript!

Quando si è fottuta la Sicilia?

Recensione di: La notte della civetta
05.10.2020

Tra gli ultimi libri che ho letto, vi consiglio di leggere “La notte della civetta. Storie eretiche di mafia, di Sicilia, d’Italia” di Piero Melati.

Potrebbe sembrare l’ennesimo libro sulla mafia, della serie ‘per non dimenticare’, e invece è un insolito ‘cos’abbiamo dimenticato’.

Melati chiarisce subito che “l’autore è un personaggio”, cioè lui scrive di fatti di cui è stato testimone, all’epoca in cui era giornalista del quotidiano L’Ora. Ma non ha voluto scrivere in forma diaristica o produrre un’inchiesta giornalistica, preferendo la forma letteraria, trasformando una persona reale (se stesso) in personaggio fittizio. È una modalità che personalmente ho molto apprezzato, e in questo si inseriscono perfettamente le diverse citazioni e i richiami letterari che ne arricchiscono la lettura.

Il titolo “La notte della civetta” sta per quel finale diverso de Il giorno della civetta del grande Leonardo Sciascia, che tutti – o meglio in molti – vorremmo ma che disgraziatamente sembra ancora assai lontano.
Le storie di cui il libro narra sono dette eretiche perché cadute nell’oblio; fatti che i nostri giornalisti non ci hanno potuto svelare perché “c’era sempre un buon motivo”, com’è scritto nella quarta di copertina. E sono storie di mafia, di Sicilia e d’Italia, a sottolineare che la peste siciliana si è ampiamente diffusa e che la Sicilia è il “luogo dell’inconscio dell’umana condizione e della storia”. [...]

CLICCA QUI per leggere l'intera recensione di Arianna Cona per il blog letterario ModusLegendi

La notte della civetta

storie eretiche di mafia, di Sicilia, d'Italia

di Piero Melati

editore: Zolfo Editore

pagine: 288

Troppi fatti sono scomparsi. E con la vera storia della mafia è scomparsa anche la storia vera della Sicilia. È arrivato il momento di guardare la fotografia con sguardo obliquo.
18,00 17,10

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.